Pulizia delle spiagge: la cittadinanza è sensibile e lo è ogni anno sempre di più

Pulizia delle spiagge: la cittadinanza è sensibile e lo è ogni anno sempre di più

Il Comitato m’Importa è felice di ringraziare tutti i partecipanti alla giornata di pulizia delle spiagge libere che ha coperto un lembo di costa da Diano Marina a Santo Stefano al Mare.

331, precisamente, i partecipanti che hanno deciso di dedicare una domenica mattina a vedere da vicino le proprie spiagge e prendersene cura; si perche la giornata di pulizia spiagge non è solo una giornata di pulizia ma anche e soprattutto una giornata di consapevolezza e scoperta riguardo la situazione delle nostre spiagge e soprattutto del nostro mare.

Chi partecipa alla pulizia spiagge vede e tocca con mano la varietà e assurdità dei rifiuti che si trovano e che sicuramente non appartengono all’habitat costiero o marino.

Quest’anno, come tutti gli anni precedenti, si sono trovati migliaia di mozziconi di sigarette, la vera piaga delle nostre spiagge. Ovunque, da Diano Marina a Santo Stefano sono il rifiuto più presente. A Imperia già da tempo è partita la campagna Caccia la Cicca che ha visto sia avvisi per ricordare il comportamento idoneo al fumatore sia il posizionamento di portamozziconi nei vari bar e tabaccherie della città. Non basta, crediamo noi di m’Importa. Ci vogliono tanti portamozziconi vicino alle spiagge, tanti portamozziconi tascabili, tanti cartelli esplicativi. E forse qualcosaltro, ma i mozziconi sulle spiagge e nel mare devono sparire.

La plastica, sempre più presente sulle nostre coste e nel nostro mare, è stata il secondo rifiuto più trovato nelle spiagge dei 4 comuni. Ormai onnipresente e insidiosa in quanto sempre più piccola e difficile da separare dal resto, e sempre più invadente negli habitat marini.

E poi purtroppo tanto altro: 386 bottiglie di vetro nella zona dell’anfiteatro a Oneglia, siringhe, ombrelloni, cartello stradale, tubi, ferri, flacone olio motore, cartucce, gabinetto, scarpe, vestiti, petardi, sdraio, tappeto, stuoia, secchi, parrucca, griglia in ferro, ringhiera, coperchio pentola, picozza, cuscino, monopattino, maschera, rifiuti sanitari vari, pneumatici, telecomando, torcia, spray, scopa, colla, preservativi, ceramica, paraurti, estintore, bancali.

Tante le associazioni quest’anno, oltre ai cittadini singoli che hanno mostrato un grande impegno e soprattutto interesse, a smentita di chi dice che la cittadinanza è disinteressata e non sensibile a questi temi. La cittadinanza è sensibile e lo è ogni anno sempre di più.

L’entusiasmo e la disponibilità assoluta dei tre comuni limitrofi che hanno organizzato con noi la pulizia ci hanno dato molta fiducia e una conferma di essere sulla strada giusta. Il Sindaco di Santo Stefano al Mare Elio Di Placido e la vicesindaca Francesca Notari, il consigliere di San Lorenzo al Mare Emanuele Gandolfo e l’Assessore all’Ambiente di Diano Marina Francesco Bregolin sono stati tutti partner formidabili in questa nuova avventura di giornata di pulizia pluricomunale.

I media sono stati perfetti collaboratori e professionisti consapevoli che è anche attraverso il loro lavoro che iniziative come queste vengono promosse e divulgate. Ringraziamo in particolare Francesco Li Noce e Stefania Orengo di Sanremonews, Milena Arnaldi del Secolo XIX e Alessandra Chiappori della Riviera, Alice Arnaldi di Riviera24 che ci hanno dedicato tempo, spazio e sincero interesse.

Inoltre,

Per la pulizia a Imperia:

Ringraziamo l’Assessore alla Cultura e CEA Nicola Podestà e Assessore all’Ambiente Pino de Bonis, senza i quali la giornata non si sarebbe potuta realizzare.

Ringraziamo il CEA, RT, l’Assessore ai Trasporti Guido Abbo, Confcommercio, l’Ufficio Demanio, la UISP.

Ringraziamo calorosamente le associazioni e cooperative che hanno collaborato e risposto al nostro invito senza esitare: gli scout Imperia1 e Imperia2, la Cooperativa Ancora, la Cooperativa Pro.ge.s.t, la Protezione Civile Santissima Trinità, U Casu Novu Dolcedo (se ce ne siamo dimenticata qualcuna, sappiate che vi ringraziamo di cuore).

Ringraziamo la Capitaneria di Porto che oltre ad assicurarsi che tutto andasse bene durante la pulizia ha anche partecipato attivamente raccogliendo rifiuti.

Ringraziamo lo sponsor Caffé Vergnano Santa Barbara che ha anche offerto l’aperitivo a circa 90 persone.

Ringraziamo i fotografi che come volontari sono venuti a riprenderci ed a condividere un’azione in cui credono, grazie Federico Barberis, Claudio Valente, Claudio Testa e Nancy Grassini.

Per la pulizia a Diano Marina:

Ringraziamo l’Assessore Francesco Bregolin e Monica Cavalleri per averci supportato in ogni passo ed aver organizzato la pulizia nel loro comune.

Ringraziamo l’associazione AD LAB, C.R.I. Comitato Diano Marina SQUADRA SPECIALE O.P.S.A e GRUPPO GIOVANI e l’associazione INFORMARE.

Per la pulizia a San Lorenzo al Mare:

Ringraziamo il consigliere comunale Emanuele Gandolfo per la sua disponibilità occupandosi di tutta la parte organizzativa nel suo comune ed il coinvolgimento di associazioni.

Ringraziamo il CIV Giardino di Magdala e l’associazione sportiva Prodeo Ut Regio.

Per la pulizia a Santo Stefano al Mare:

Ringraziamo il Sindaco di Santo Stefano al Mare Elio Di Placido e la vicesindaca Francesca Notari promotori dell’idea di una pulizia a più comuni e partner entusiasti.

Ringraziamo il Gruppo Alpini Riva Ligure – Santo Stefano al Mare, i canottieri di Santo Stefano, la Bocciofila di Santo Stefano, il gruppo scout Agesci di Santo Stefano, l’associazione L.A.D.I. ed il gruppo consiliare di minoranza dell’amministrazione comunale.

La pulizia spiagge libere organizzata dal Comitato m’Importa è un evento Surfrider’s Foundation ed un’azione Let’s Clean up Europe.

Alleghiamo i dati della pulizia spiagge libere 2016:

dati pulizia spiagge

 

Perché una giornata di pulizia spiagge?

Perché una giornata di pulizia spiagge?

Ogni anno organizziamo una giornata di pulizia spiagge perché crediamo sia importante che ognuno veda come il nostro mare sta cambiando.

I nostri rifiuti finiscono li.

È diventato la discarica del nostro pianeta.

Ogni anno non puliamo solo per avere spiagge più pulite, lo facciamo perché pensiamo che passare due ore a rovistare nelle spiagge sia un’azione di sensibilizzazione ambientale più efficace di tante parole.

Quando trovare una conchiglia diventa molto più difficile che trovare plastica, c’è qualcosa di grosso che non quadra.

TI ASPETTIAMO DOMENICA 8 MAGGIO ORE 9.30AM a IMPERIA, DIANO MARINA, SANTO STEFANO AL MARE, SAN LORENZO AL MARE

Una Pulizia delle Spiagge che va da Diano Marina fino a Santo Stefano al Mare!

Una Pulizia delle Spiagge che va da Diano Marina fino a Santo Stefano al Mare!

Come ogni anno m’IMporta organizza la pulizia delle spiagge libere di Imperia, e quest’anno con una novità!
L’evento avrà una risonanza molto più ampia perché vedrà la pulizia delle spiagge libere replicarsi lo stesso giorno in quattro diversi comuni, acquisendo cosi un valore molto più esteso e coprendo un territorio costiero che va da Diano Marina fino a Santo Stefano al Mare,

Si avrà una una continuità di azioni lungo la costa, che, oltre al gesto di pulizia del territorio, prevedono un coinvolgimento della popolazione verso un bene comune importantissimo. La pulizia spiagge ha l’obiettivo di sviluppare nei partecipanti un’attenzione verso la gravità della situazione rifiuti costieri e marini; infatti, raccogliendo, durante la pulizia, ogni tipo di rifiuto che ha spesso tempi di biodegradazione lunghissimi (migliaia di anni), il partecipante si rende conto di quanto un cambiamento di comportamento sia urgente e necessario.

Pulizia delle Spiagge 2016: 8 maggio alle ore 9.30am

Per maggiori informazioni contattare:

Comitato mIMporta: info@mimporta.it, Deborah 392 8911078 o Francesca 392 1990056

Comune di Diano Marina: Francesco Bregolin – francesco.bregolin@gmail.com, 335 8161380 o Monica Cavalleri 340 0880616

Comune di San Lorenzo: Emanuele Gandolfo – 328 1320274 o manifestazioni@comune.sanlorenzoalmare.im.it, 0183-930109

Comune di Santo Stefano: info@comune.santostefanoalmare.im.it o viviana@comune.santostefanoalmare.im.it

 

Conferenza rimandata: Il mare imperiese tra bellezze e vulnerabilità. Il problema dei rifiuti e possibili soluzioni.

Conferenza rimandata: Il mare imperiese tra bellezze e vulnerabilità. Il problema dei rifiuti e possibili soluzioni.

Si comunica che causa disorganizzazione del Comitato San Giovanni la conferenza sarà rimandata a data da definirsi.
L’idea di questa conferenza e la volontà di farla però rimangono, i temi ed il messaggio sono troppo importanti per essere ignorati. Vi terremo aggiornati.
Se siete interessati a questa conferenza, contattateci!
Dott.ssa Monica Previati del Cea Imperia: previati@comune.imperia.it
m’IMporta: info@mimporta.it
a presto!

———————————————————————————

 

Lunedì 22 giugno ore 21 si terrà la conferenza, organizzata dal CEA (Centro di Educazione Ambientale) di Imperia e da m’IMporta, presso il padiglione conferenze all’interno della manifestazione San Giovanni, dal titolo:

Il mare imperiese tra bellezze e vulnerabilità. Il problema dei rifiuti e possibili soluzioni.

La conferenza percorrerà con foto e video le bellezze naturalistiche del mare di Imperia ma anche le problematiche legate ai rifiuti, al degrado delle spiagge e del nostro territorio.

Trattiamoci bene. Trattiamo bene le nostre spiagge. Dati 2015

Trattiamoci bene. Trattiamo bene le nostre spiagge. Dati 2015

I dati più dettagliati della pulizia spiagge 2015.

Ecco alcuni dati più dettagliati sui rifiuti raccolti durante la pulizia delle spiagge libere del 3 maggio 2015 organizzata dal Comitato m’IMporta, parte dell’ASD MY, con la collaborazione del CEA (Centro di Educazione Ambientale) del Comune di Imperia, dei gruppi scout della zona Ingauna e con il patrocinio di Regione Liguria, Provincia di Imperia, Comune di Imperia, Provveditorato agli studi, Conf-commercio, Azienda RT, UISP:

  • I mozziconi di sigarette rappresentano il rifiuto più presente nelle nostre spiagge, con un totale di 8378 mozziconi raccolti (e 526 pacchetti di sigarette). Questo dato sicuramente rimane sottostimato in quanto, nonostante i volontari abbiano setacciato le spiagge al meglio possibile, risulta difficile in due ore raccogliere tutti i mozziconi presenti e scavare a dovere. Il problema dell’inquinamento da mozziconi, che sta trasformando le nostre spiagge in veri e propri posacenere, è facilmente risolvibile: basta non buttare cicche per terra e metterle in un apposito posacenere tascabile o portarle al primo cestino disponibile. Il cambiamento è necessario e può essere immediato.
  • Altro dato estremamente preoccupante – e meno facilmente risolvibile – è quello dei frammenti di plastica o polistirolo: ne siamo letteralmente invasi. Anche in questo caso il numero riportato di 5155 frammenti di plastica e 1472 pezzi di polistirolo è assolutamente sottostimato; i frammenti sono spesso minuscoli, difficili da contare e sono presenti ovunque, con conseguenze devastanti su tutto l’ambiente costiero e marino.
  • Infine, da non sottovalutare, la presenza di 888 bottiglie di plastica, 160 stoviglie da picnic in plastica, 359 lattine, 821 pezzi di vetro e 2715 pezzi di carta; tutti rifiuti facilmente eliminabili se semplicemente gettati negli appositi contenitori anziché sulla spiaggia.

Tutto ciò che buttiamo in spiaggia non sparisce, e, oltre a danneggiare l’ambiente costiero e marino spesso in maniera irreversibile, ci ritorna indietro come spazzatura, sotto o vicino ai nostri asciugamani, ai nostri piedi, alle mani dei nostri bambini…

Trattiamoci bene. Trattiamo bene le nostre spiagge.

DATI PULIZIA SPIAGGE LIBERE di IMPERIA – Maggio 2015

Partecipanti 216
Sacchetti TOTALI 155
Sacchetti plastica 53
Sacchetti vetro 25
Sacchetti carta 24
Sacchetti indifferenziato 53
Mozziconi di sigaretta 8378
Pacchetti sigarette 526
Frammenti di plastica 5155
Bottiglie di plastica 888
Tappi di plastica 667
Sacchetti di plastica 59
Stoviglie di plastica da picnic 160
Pezzi di polistirolo 1472
Pezzi di carta 2715
Tappi di metallo 213
Pezzi di vetro 821
Lattine 359
Tetrapak 63

Rifiuti relativi all’igiene personale (preservativi, applicatore di tampone)

62

Seguiranno ulteriori analisi e considerazioni basate sul confronto con i dati ottenuti durante la pulizia spiagge nel maggio 2014.