Il Parco Urbano è di tutti noi, prendiamocene cura

Il Parco Urbano è di tutti noi, prendiamocene cura

Collaboriamo su un tema caro a tutti: il benestare del parco urbano ed un suo utilizzo piacevole e sostenibile per tutti!

Il Comitato m’IMporta vuole portare all’attenzione la situazione del parco urbano che purtroppo è ricoperto di immondizia e puntualmente non rispettato dai cittadini.

Sono innumerevoli le quantità e tipologie di rifiuti che si possono trovare ogni giorno (vetro, plastica, mozziconi di sigarette, ecc), ed è un vero peccato per tutti noi e per questo patrimonio della città.

Quindi unitevi a noi per una giornata di pulizia del parco!
Come già fatto per la pulizia spiagge passeremo due ore insieme ripulendo un bene che ci appartiene.

Ti aspettiamo!

Trattiamoci bene. Trattiamo bene le nostre spiagge. Dati 2015

Trattiamoci bene. Trattiamo bene le nostre spiagge. Dati 2015

I dati più dettagliati della pulizia spiagge 2015.

Ecco alcuni dati più dettagliati sui rifiuti raccolti durante la pulizia delle spiagge libere del 3 maggio 2015 organizzata dal Comitato m’IMporta, parte dell’ASD MY, con la collaborazione del CEA (Centro di Educazione Ambientale) del Comune di Imperia, dei gruppi scout della zona Ingauna e con il patrocinio di Regione Liguria, Provincia di Imperia, Comune di Imperia, Provveditorato agli studi, Conf-commercio, Azienda RT, UISP:

  • I mozziconi di sigarette rappresentano il rifiuto più presente nelle nostre spiagge, con un totale di 8378 mozziconi raccolti (e 526 pacchetti di sigarette). Questo dato sicuramente rimane sottostimato in quanto, nonostante i volontari abbiano setacciato le spiagge al meglio possibile, risulta difficile in due ore raccogliere tutti i mozziconi presenti e scavare a dovere. Il problema dell’inquinamento da mozziconi, che sta trasformando le nostre spiagge in veri e propri posacenere, è facilmente risolvibile: basta non buttare cicche per terra e metterle in un apposito posacenere tascabile o portarle al primo cestino disponibile. Il cambiamento è necessario e può essere immediato.
  • Altro dato estremamente preoccupante – e meno facilmente risolvibile – è quello dei frammenti di plastica o polistirolo: ne siamo letteralmente invasi. Anche in questo caso il numero riportato di 5155 frammenti di plastica e 1472 pezzi di polistirolo è assolutamente sottostimato; i frammenti sono spesso minuscoli, difficili da contare e sono presenti ovunque, con conseguenze devastanti su tutto l’ambiente costiero e marino.
  • Infine, da non sottovalutare, la presenza di 888 bottiglie di plastica, 160 stoviglie da picnic in plastica, 359 lattine, 821 pezzi di vetro e 2715 pezzi di carta; tutti rifiuti facilmente eliminabili se semplicemente gettati negli appositi contenitori anziché sulla spiaggia.

Tutto ciò che buttiamo in spiaggia non sparisce, e, oltre a danneggiare l’ambiente costiero e marino spesso in maniera irreversibile, ci ritorna indietro come spazzatura, sotto o vicino ai nostri asciugamani, ai nostri piedi, alle mani dei nostri bambini…

Trattiamoci bene. Trattiamo bene le nostre spiagge.

DATI PULIZIA SPIAGGE LIBERE di IMPERIA – Maggio 2015

Partecipanti 216
Sacchetti TOTALI 155
Sacchetti plastica 53
Sacchetti vetro 25
Sacchetti carta 24
Sacchetti indifferenziato 53
Mozziconi di sigaretta 8378
Pacchetti sigarette 526
Frammenti di plastica 5155
Bottiglie di plastica 888
Tappi di plastica 667
Sacchetti di plastica 59
Stoviglie di plastica da picnic 160
Pezzi di polistirolo 1472
Pezzi di carta 2715
Tappi di metallo 213
Pezzi di vetro 821
Lattine 359
Tetrapak 63

Rifiuti relativi all’igiene personale (preservativi, applicatore di tampone)

62

Seguiranno ulteriori analisi e considerazioni basate sul confronto con i dati ottenuti durante la pulizia spiagge nel maggio 2014.