Mi sento SOStenibile

Mi sento SOStenibile

Il 19 settembre 2014 la Giunta Municipale di Imperia ha approvato il progetto “Mi sento SOStenibile” volto alla promozione delle buone pratiche in ambito gestione rifiuti ed ecosostenibilità presso le attività commerciali. Il progetto, frutto della collaborazione con il Centro di Educazione Ambientale di Imperia e di incontri con le associazioni di categoria, prevede agevolazioni interessanti sulla tariffa TARI per tutti quegli esercenti che seguiranno comportamenti virtuosi verso una maggiore ecosostenibilità.

Il progetto richiede ai commercianti, al minimo della sua implementazione, la corretta applicazione della raccolta differenziata per i rifiuti prodotti, la diffusione delle buone pratiche in tema rifiuti ai clienti, anche predisponendo il proprio esercizio in maniera da permettere ai clienti stessi di conferire differenziando i rifiuti. Per quegli esercizi, poi, già virtuosi nel conferimento dei rifiuti e la raccolta differenziata, il progetto prevede ulteriori criteri di agevolazione volti all’ecosostenibilità, al risparmio delle risorse ecc.

Pensiamo che questo sia un piccolo grande passo nella giusta direzione ed un chiaro messaggio verso le buone pratiche di gestione ambientale e verso obiettivi ecosostenibili. Nonostante la situazione gestione rifiuti ad Imperia sia abbastanza triste e ferma all’anno 1994, azioni come queste, seppur piccole gocce in un mare inquinato, fanno tornare la speranza a chi crede che una migliore gestione ambientale della nostra città sia non solo possibile ma dovuta.

Potete trovare maggiori informazioni in quest’articolo e questo.

 

Imperia-Limone a piedi

Imperia-Limone a piedi

Come tutti gli anni, ecco anche quest’anno, per l’ottava edizione, l’evento unico ed originale organizzato dall’associazione sportiva dilettantistica MY (Monesi Young):  Imperia-Limone a piedi passando per la vecchia via del sale.

Quest’anno con qualche variante in più: le descrizioni approfondite e scientifiche del botanico e guida ambietale Marco Alberti, un’accoglienza calorosa all’arrivo a Ventimiglia da parte di un gruppo di amministratori tra cui Eugenia Pastor, Alessandro Ghirri, Federica Leuzzi e Sergio Scibilia ed anche un’accoglienza all’arrivo alla stazione di Imperia, da parte del presidente del consiglio comunale di Imperia Diego Parodi. Ma non è tutto, l’associazione quest’anno è stata premiata dal Comune di Ventimiglia per  l’“attenzione dimostrata mediante la sua attività  in favore della linea ferroviaria Ventimiglia- Cuneo“. Inoltre l’Associazione Giuseppe Biancheri ha premiato Monesi Young con il titolo di “ grande amico del treno di val Roya”.

I partecipanti all’evento sono stati molti, 28 persone, a cui si aggiungono uno staff numeroso ed instancabile che si è adoperato per offrire un servizio attento e per non far mancare nulla ai camminatori che, arrivando stanchi alle mete, ritrovavano ristoro e accoglienza.

L’evento, eco-sostenibile da sempre e a impatto zero da quattro anni, quest’anno è stato riconosciuto nell’elenco delle ecofeste dalla Regione Liguria;  l’associazione ha ricevuto questo importante riconoscimento in quanto vincitrice di bando regionale.

Grazie alla collaborazione con LIFEGATE spa l’associazione MY calcolerà dapprima l’impatto ambientale, e compenserà le emissioni di CO2 mediante crediti di carbonio prodotti da interventi di creazione e tutela di aree boschive italiane (Parco del Rio Vallone). Inoltre, in quanto ECOFESTA  l’ “Imperia Limone a piedi” ha rispettato:

  • l’utilizzo di soli materiali reciclabili o eco compatibili durante l’evento
  • la raccolta differenziata dei rifiuti in TOUR ( consegna presso i vari comuni dei sacchetti )
  • la riduzione delle emissioni inquinanti per i mezzi d’appoggio dello staff
  • l’utilizzo della filiera corta per i prodotti alimentari consumati
  • elementi di educazione ambientale inseriti nel programma e condivisi con i partecipanti

MY è affiliata alla UISP (Unione Italiana Sport Per Tutti) e opera nell’ ambito delle attività di Lega Montagna UISP, dove ha ormai maturato una grande esperienza tecnica e organizzativa. Lega Montagna UISP significa ogni genere di escursionismo: a piedi, in bicicletta, trekking, camminate urbane, Nordic Walking, arrampicate, canyoning, orieentering, settimane bianche sugli sci e sulle ciaspole e tanto altro sport in ambiente. Significa anche formazione degli operatori e dei soci, nell’ambito delle attività della più grande Associazione Italiana di promozione sportiva, che conta oltre 1.400.000 soci.

Per informazioni più dettagliate ecco due articoli esaustivi dalla redazione di ImperiaPost che ha seguito attentamente l’evento: il primo descrive i primi tre giorni, mentre questo descrive l’ultima giornata d’arrivo.

Ed ecco alcune foto:

10599357_754739447905323_5121328825072860357_n 10626568_10204769880516944_8424729935820173522_n 10570439_10204769879916929_1382287417591131850_n IMG_5105 IMG_5106 IMG_5113 IMG_5114 IMG_5115 IMG_5118 IMG_5119 IMG_5121IMG_5123 IMG_5124 IMG_5125

10420252_10204769913837777_6211611090108127916_n  10614132_10204769913437767_864375462148655899_n

10641170_756594707719797_8795026591386744257_n 10647009_10204769912877753_2606753420995647192_n

 

 

Ritorno alla terra

Ritorno alla terra

Vi riproponiamo come tema il ritorno alla terra con un articolo che parla di start up agricole e giovani che scelgono la produzione agricola come professione per il loro futuro.

Dall’articolo: “La gioventù italiana sembra sempre più attirata dal lavoro che facevano i nonni, ben il 23% dei giovani che s’iscrivono alle scuole superiori sogna un futuro legato alla terra…”

 

 

L’orto sul balcone

L’orto sul balcone

L’orto sul balcone è una pratica che si sta estendendo sempre di più nelle nostre città ed anche a noi è piaciuta molto. Ci rende più autosufficienti e ci permette con poche spese di avere a portata di mano verdura di alta qualità e senza uso di prodotti chimici o altre alterazioni.

Qui, sempre dal blogdideborah, condividiamo alcuni articoli: un articolo che parla di come avviare un orto sul balcone, un altro che descrive l’estensione dell’orto utilizzando scarti di cucina, e questo articolo che descrive gli sviluppi dell’orto col passare del tempo.