Segnatevi le date dei prossimi eventi! – ne faremo delle belle

Segnatevi le date dei prossimi eventi! – ne faremo delle belle

Potete visualizzare il calendario ufficiale eventi m’IMporta e MY: CALENDARIO-MY-2017.

Inoltre vi comunichiamo le date dei nostri prossimi eventi. Non dimenticate di segnarle sul calendario!

sabato 18 marzo: RiparalaB – laboratorio di riparazione orario 10-14

sabato 8 aprile: Pulizia dei Sentieri – camminiamo e puliamo in compagnia

domenica 7 maggio: Pulizia delle Spiagge

sabato 10 giugno: RiparalaB – laboratorio di riparazione

sabato 23 settembre: Pulizia dei Sentieri – camminiamo e puliamo in compagnia

Ricordiamo gli eventi di riparazione sono aperti ai soci UISP – se sei interessato a partecipare a questo e tantissimi altri eventi che vanno dal trekking nella natura o urbano, a vivere la montagna e il nostro entroterra, a momenti di sensibilizzazione ambientale e di scoperta per lasciare il mondo meglio di come l’abbiamo trovato, DIVENTA SOCIO ANCHE TU!!

 

RiparalaB: perchè l’usa e getta è allettante, ma non è mai stato sostenibile

RiparalaB: perchè l’usa e getta è allettante, ma non è mai stato sostenibile

Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si ripara.

Ad Imperia arriva il primo incontro di RiparalaB per parlare di ecologia e di recupero e portare gli oggetti che vorreste riparare in modo che trovino nuova vita e non vengano buttati via.

Il primo appuntamento con RiparalaB è fissato per Sabato 18 Marzo dalle 10 alle 14 presso i locali della UISP – Piazza de Amicis, 26 a Imperia Oneglia. L’invito a partecipare è rivolto a tutti i soci MY.

Sarà l’occasione per conoscere meglio il progetto e per trascorrere qualche ora con chi vuole proporre qualcosa di innovativo e sostenibile in città.

Il RiparalaB vuole riproporre ad Imperia un’idea nata in Olanda e già diffusa in diverse città d’Europa.

Non si tratta di una comune officina per le riparazioni ma di uno spazio di aggregazione dove tutti i soci possono aiutarsi reciprocamente e condividere utensili e conoscenze relative ai lavori artigianali. Basterà poi affidarsi ad un socio più esperto per ridare vita ad un oggetto che da soli non si è in grado di riparare.

Vorresti imparare a migliorare la tua manualità e a riparare gli oggetti? In questo caso potrai affiancare chi lavora per apprendere qualcosa di nuovo direttamente sul campo oppure frequentare uno dei corsi che verranno organizzati presso il RiparalaB .

I corsi specifici riguarderanno il recupero e il riuso oppure le piccole riparazioni.

Verranno anche organizzate delle serate che proporranno discussioni su tematiche ecologiche e sociali.

Contrastare e superare la cultura dello spreco delle risorse e del concetto “usa e getta”,questa occasione non é perciò solo un’evento per riparare oggettistica ed elettrodomestici, ma la natura stessa del suo spirito di apprendimento, collaborativo e comunitaro, contiene già l’antidoto alla nostra moderna mentalità.

Tramite la riparazione il rapporto con l’oggetto diventa più importante e si arricchisce, creando una narrazione tra la persona e l’oggetto. È anche un processo di apprendimento, nonché un modo di acquisire qualche controllo sulla tecnologia, semplicemente tramite la capacità di ripararla da sé.

Riuso e Riparazione risultano azioni migliori rispetto alle stesse operazioni di riciclo restituendo nuova vita beni oggetti e parte di essi che altrimenti verrebbero smaltiti, sottraendo così importanti quantitativi allo smaltimento.

L’idea è di fare le riparazioni insieme. L’obiettivo è il trasferimento dei saperi collegato con la tutela dell’ambiente.

Cosa sta facendo m’IMporta?

Cosa sta facendo m’IMporta?

Perdonateci il lungo silenzio. Non è sinonimo di inattività, ma il contrario.

Facciamo un piccolo riassunto.

Dopo la pulizia spiagge a maggio 2016, abbiamo in realtà avuto una calda estate con tante attività di banchetti presso sagre e feste per promuovere un approccio ecosostenibile anche in questo ambito.

Abbiamo collaborato con Il Gruppo di Lavoro Rifiuti Zero di Imperia in varie occasioni sia estive che autunnali su questo punto. Ecco alcuni esempi:

Festa di San Giovanni (Ineja):

Sagra di Montegrazie:

Notte Bianca di Porto Maurizio:

Banchetti autunnali in Piazza San Giovanni:

e Olioliva – Festa dell’olio nuovo a Imperia:

E poi?

E poi stiamo passando alla realizzazione di una nuova idea. Dopo mesi di riunioni, di valutazioni sul punto della situazione, di scambi di idee e desideri per nuovi progetti, siamo pronti per lanciare il nostro nuovo calendario, fatto in collaborazione con altri membri dell’associazione MY.

Non vogliamo dire più di quanto non sarà annunciato a breve.

Per ora diciamo solo questo:

RiparalaB e Pulizia Sentieri!*

 

*oltre che ovviamente la Pulizia Spiagge, un appuntamento importante

 

 

 

Pulizia delle spiagge: la cittadinanza è sensibile e lo è ogni anno sempre di più

Pulizia delle spiagge: la cittadinanza è sensibile e lo è ogni anno sempre di più

Il Comitato m’Importa è felice di ringraziare tutti i partecipanti alla giornata di pulizia delle spiagge libere che ha coperto un lembo di costa da Diano Marina a Santo Stefano al Mare.

331, precisamente, i partecipanti che hanno deciso di dedicare una domenica mattina a vedere da vicino le proprie spiagge e prendersene cura; si perche la giornata di pulizia spiagge non è solo una giornata di pulizia ma anche e soprattutto una giornata di consapevolezza e scoperta riguardo la situazione delle nostre spiagge e soprattutto del nostro mare.

Chi partecipa alla pulizia spiagge vede e tocca con mano la varietà e assurdità dei rifiuti che si trovano e che sicuramente non appartengono all’habitat costiero o marino.

Quest’anno, come tutti gli anni precedenti, si sono trovati migliaia di mozziconi di sigarette, la vera piaga delle nostre spiagge. Ovunque, da Diano Marina a Santo Stefano sono il rifiuto più presente. A Imperia già da tempo è partita la campagna Caccia la Cicca che ha visto sia avvisi per ricordare il comportamento idoneo al fumatore sia il posizionamento di portamozziconi nei vari bar e tabaccherie della città. Non basta, crediamo noi di m’Importa. Ci vogliono tanti portamozziconi vicino alle spiagge, tanti portamozziconi tascabili, tanti cartelli esplicativi. E forse qualcosaltro, ma i mozziconi sulle spiagge e nel mare devono sparire.

La plastica, sempre più presente sulle nostre coste e nel nostro mare, è stata il secondo rifiuto più trovato nelle spiagge dei 4 comuni. Ormai onnipresente e insidiosa in quanto sempre più piccola e difficile da separare dal resto, e sempre più invadente negli habitat marini.

E poi purtroppo tanto altro: 386 bottiglie di vetro nella zona dell’anfiteatro a Oneglia, siringhe, ombrelloni, cartello stradale, tubi, ferri, flacone olio motore, cartucce, gabinetto, scarpe, vestiti, petardi, sdraio, tappeto, stuoia, secchi, parrucca, griglia in ferro, ringhiera, coperchio pentola, picozza, cuscino, monopattino, maschera, rifiuti sanitari vari, pneumatici, telecomando, torcia, spray, scopa, colla, preservativi, ceramica, paraurti, estintore, bancali.

Tante le associazioni quest’anno, oltre ai cittadini singoli che hanno mostrato un grande impegno e soprattutto interesse, a smentita di chi dice che la cittadinanza è disinteressata e non sensibile a questi temi. La cittadinanza è sensibile e lo è ogni anno sempre di più.

L’entusiasmo e la disponibilità assoluta dei tre comuni limitrofi che hanno organizzato con noi la pulizia ci hanno dato molta fiducia e una conferma di essere sulla strada giusta. Il Sindaco di Santo Stefano al Mare Elio Di Placido e la vicesindaca Francesca Notari, il consigliere di San Lorenzo al Mare Emanuele Gandolfo e l’Assessore all’Ambiente di Diano Marina Francesco Bregolin sono stati tutti partner formidabili in questa nuova avventura di giornata di pulizia pluricomunale.

I media sono stati perfetti collaboratori e professionisti consapevoli che è anche attraverso il loro lavoro che iniziative come queste vengono promosse e divulgate. Ringraziamo in particolare Francesco Li Noce e Stefania Orengo di Sanremonews, Milena Arnaldi del Secolo XIX e Alessandra Chiappori della Riviera, Alice Arnaldi di Riviera24 che ci hanno dedicato tempo, spazio e sincero interesse.

Inoltre,

Per la pulizia a Imperia:

Ringraziamo l’Assessore alla Cultura e CEA Nicola Podestà e Assessore all’Ambiente Pino de Bonis, senza i quali la giornata non si sarebbe potuta realizzare.

Ringraziamo il CEA, RT, l’Assessore ai Trasporti Guido Abbo, Confcommercio, l’Ufficio Demanio, la UISP.

Ringraziamo calorosamente le associazioni e cooperative che hanno collaborato e risposto al nostro invito senza esitare: gli scout Imperia1 e Imperia2, la Cooperativa Ancora, la Cooperativa Pro.ge.s.t, la Protezione Civile Santissima Trinità, U Casu Novu Dolcedo (se ce ne siamo dimenticata qualcuna, sappiate che vi ringraziamo di cuore).

Ringraziamo la Capitaneria di Porto che oltre ad assicurarsi che tutto andasse bene durante la pulizia ha anche partecipato attivamente raccogliendo rifiuti.

Ringraziamo lo sponsor Caffé Vergnano Santa Barbara che ha anche offerto l’aperitivo a circa 90 persone.

Ringraziamo i fotografi che come volontari sono venuti a riprenderci ed a condividere un’azione in cui credono, grazie Federico Barberis, Claudio Valente, Claudio Testa e Nancy Grassini.

Per la pulizia a Diano Marina:

Ringraziamo l’Assessore Francesco Bregolin e Monica Cavalleri per averci supportato in ogni passo ed aver organizzato la pulizia nel loro comune.

Ringraziamo l’associazione AD LAB, C.R.I. Comitato Diano Marina SQUADRA SPECIALE O.P.S.A e GRUPPO GIOVANI e l’associazione INFORMARE.

Per la pulizia a San Lorenzo al Mare:

Ringraziamo il consigliere comunale Emanuele Gandolfo per la sua disponibilità occupandosi di tutta la parte organizzativa nel suo comune ed il coinvolgimento di associazioni.

Ringraziamo il CIV Giardino di Magdala e l’associazione sportiva Prodeo Ut Regio.

Per la pulizia a Santo Stefano al Mare:

Ringraziamo il Sindaco di Santo Stefano al Mare Elio Di Placido e la vicesindaca Francesca Notari promotori dell’idea di una pulizia a più comuni e partner entusiasti.

Ringraziamo il Gruppo Alpini Riva Ligure – Santo Stefano al Mare, i canottieri di Santo Stefano, la Bocciofila di Santo Stefano, il gruppo scout Agesci di Santo Stefano, l’associazione L.A.D.I. ed il gruppo consiliare di minoranza dell’amministrazione comunale.

La pulizia spiagge libere organizzata dal Comitato m’Importa è un evento Surfrider’s Foundation ed un’azione Let’s Clean up Europe.

Alleghiamo i dati della pulizia spiagge libere 2016:

dati pulizia spiagge

 

Perché una giornata di pulizia spiagge?

Perché una giornata di pulizia spiagge?

Ogni anno organizziamo una giornata di pulizia spiagge perché crediamo sia importante che ognuno veda come il nostro mare sta cambiando.

I nostri rifiuti finiscono li.

È diventato la discarica del nostro pianeta.

Ogni anno non puliamo solo per avere spiagge più pulite, lo facciamo perché pensiamo che passare due ore a rovistare nelle spiagge sia un’azione di sensibilizzazione ambientale più efficace di tante parole.

Quando trovare una conchiglia diventa molto più difficile che trovare plastica, c’è qualcosa di grosso che non quadra.

TI ASPETTIAMO DOMENICA 8 MAGGIO ORE 9.30AM a IMPERIA, DIANO MARINA, SANTO STEFANO AL MARE, SAN LORENZO AL MARE

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per il suo funzionamento, per le opzioni di condivisione sui social. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Maggiori Informazioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l\'uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi